Oggetto di cultura e anche di arredo. Cos’è? Ovviamente il libro! Vi è mai capitato di entrare in una casa e trovare libri accatastati sulle scale? O in maniera casuale sparsi lungo il pavimento della sala da pranzo? Se vi è successo, sicuramente concorderete con noi nel considerarlo un impatto suggestivo. Ma se avete a cuore i vostri volumi non è la soluzione ideale! Vi consigliamo di scegliere una libreria per assicurarvi che il vostro “tesoro” sia al sicuro.


E qui cogliamo l’occasione per aiutarvi nella scelta. Ricordate che: “spazio che hai, libreria che ti serve”. Se dovete arredare un monolocale, vi consigliamo quella a parete bifacciale che svolge una doppia funzione: ospita i vostri volumi e separa lo spazio con eleganza. Per la camera da letto ne consigliamo una di dimensioni più ridotte, magari a cubi e componibile. E nella sala? Beh, il fascino delle immense librerie a parete è intramontabile, ogni avido lettore è determinato ad averla!
Questa che vi presentiamo, ad esempio, è un vero must have, vi permetterà di realizzare con eleganza il vostro desiderio. Invece, se la cercate per l’ufficio vi consigliamo di sceglierla con un design più ricercato. In ognuno di questi casi non dimenticate di pretendere dalla vostra libreria funzionalità e spirito di adattamento al resto del contesto abitativo. Veniamo alla scelta del materiale. Il legno conferisce un’atmosfera accogliente e si adatta praticamente a ogni stile. Il ferro battuto si addice nei loft e dona allo spazio un tocco di modernissimo fascino industriale, ma sappiate che va armonizzata bene col resto dell’arredamento. E ora vi diamo un po’ di numeri… Sapete che solo il 26% degli italiani ha più di 100 libri in casa?! Il 43% ne legge almeno uno all’anno e solo il 14% ne legge uno al mese. Eppure in Italia si pubblicano 170 libri al giorno e avere una libreria è considerato molto cool.