La luce è un elemento fondamentale, che può fungere da strumento per creare effetti, mettere in evidenza un oggetto piuttosto che un altro, provocare una determinata sensazione a chi abita la stanza, etc,...


Conoscere i “superpoteri” delle fonti luminose risulterà efficace soprattutto quando il perimetro a disposizione non è troppo generoso ed obbliga ad attingere alla creatività per ampliare visivamente lo spazio.
Prendiamo ad esempio il salotto e vediamo insieme 5 piccoli accorgimenti che vi aiuteranno a donare alla vostra zona living un aspetto più ampio e luminoso.

1. Utilizzate fonti di luce diffuse

Scegliendo un’illuminazione indiretta e potente ogni angolo della stanza sarà visibile. Infatti, evitando la creazione di zone scure e in ombra, gli spazi sembreranno più grandi di quello che sono in realtà.

Per l’illuminazione generale prediligete la luce diffusa. Quest’ultima permette di uniformare l’irradiazione luminosa all’interno dell’ambiente, evitando appunto la presenza di zone d’ombra che renderebbero meno funzionale la stanza, a volte impedendo il naturale svolgimento delle attività quotidiane.
Oltre ad essere utile è una perfetta soluzione per le case caratterizzate da un design moderno: si adatta all’ambiente grazie alle diverse soluzioni innovative disponibili e alle straordinarie potenzialità offerte dalle nuove tecnologie e dalle ultime tendenze dell’interior design. Per l’illuminazione diffusa sono molto apprezzati i profili led da incassare a soffitto perché sono poco invasivi e consentono di seguire senza problemi il perimetro della stanza. In questo modo si evitano angoli bui e la luce riempie tutto lo spazio. Queste soluzioni sono molto apprezzate anche per i controsoffitti, soprattutto quelli in cartongesso, e per la zona living e il salotto. Per questa destinazione d’uso sono particolarmente indicati anche i faretti led da incasso perché si armonizzano perfettamente con la superficie.
Nasce spontaneo pensare alla linea Gessoled di Vesoi: un incasso architettura a parete o soffitto, con corpo in gesso a scomparsa in controsoffitto rasato con malta, caratterizzato da un modulo Led integrato con speciale diffusore invisibile in pmma opale antiriflesso.


2. No alle lampade da soffitto

Se il vostro salotto è più lungo che largo, evitate di inserire la classica lampada da soffitto che provocherebbe esattamente ciò che si è appena citato nel paragrafo precedente, ossia la creazione di angoli bui. Optate per una luce perimetrale: faretti o tubi fluorescenti (con luce calda) sono perfetti per questo caso, in quanto illuminano le pareti ampliando visivamente l’ambiente. E se proprio non volete rinunciare all’aspetto decorativo delle lampade a sospensione, ricordatevi di aggiungere un’illuminazione perimetrale nella modanatura del soffitto, o abbinatela ad una lampada da terra con paralume. Contardi offre un’amplia scelta di lampade da terra che, oltre alle caratteristiche funzionali, risultano essere un perfetto elemento d’arredamento. Agata, per esempio, con la sua finitura in foglia d’oro, conferisce uno stile lussuoso e dalla forte personalità, permettendo di orientare la luce in base alle necessità e alle situazioni. O ancora Divina, che con il suo paralume in tessuto plissé e il suo design dalle linee semplici rappresenta un classico vero e proprio, capace di adattarsi ad ogni tipo di stile.

3. Luce sì, ma con moderazione

Se la luce è fondamentale per ampliare visivamente l’ambiente, con un eccesso di illuminazione si può rischiare di ottenere l’effetto opposto.

Indirizzate la luce verso mobili e pareti con faresti dal fascio aperto e con luce diffusa: l’utilizzo di una fonte luminosa troppo potente è infatti da evitare, poiché comprometterebbe la sensazione diprofondità desiderata, facendo sembrare la stanza ancora più piccola. Risulta perfetta in questo caso la linea Spider di Studio Italia Design: singolarmente perle preziose, maestose nei cluster, Si diramano per scendere in innumerevoli giochi di luce orientabile, lì dove serve e come piace. Le differenti finiture preziose conferiscono a questo elemento una personalità unica ed inimitabile.

4. Utilizza la luce per separare le stanze

Il soggiorno per natura si presta a differenti utilizzi in base al momento della giornata e all’arredamento che ospita. Usate le fonti luminose per definirne le zone, delimitandone le aree. Le piantane con paralume sono ideali per creare un’atmosfera accogliente e caratterizzare, per esempio, la zona lettura. La linea Dorian di Contardi è una lampada da terra che arreda grazie ad uno specchio che si manifesta attraverso la lice per diventare funzionale. Lampada e specchio coesistono in un unica struttura in bronzo spazzolato chiaro o nickel nero, che prende vita dalla luce che dà, intensa ed indiretta.


Per la zona studio, invece, optate per paralumi opachi da tavolo, che serviranno a conferirle la giusta importanza, delineandola con un profilo serio e professionale.


5. Più punti luce

Più fonti di luce ci sono nell’ambiente, più questo risulterà piacevole ed accogliente. Cercate di uniformare l’aspetto luminoso al fine di azzerare l’effetto ombra e andare a raggiungere tutti i punti della stanza. In questo caso optare per faretti ad incasso sia al soffitto che lungo le pareti può risultare una scelta vincente.
Utilizzate luci differenti, più alte e più basse, giocate con i livelli: l’obiettivo è quello di creare volumi che rendano dinamica la stanza, conferendole un aspetto più spazioso e quindi accogliente.

FARETTI VESOI  

COTARDI DIVINA  

CONTARDI TAVOLO

STUDIO ITALIA DESIGN  

CONTARDI AGATA