La difficoltà nell’arredare un monolocale sta nel collocare tutti gli elementi di arredo necessari in maniera da rendere lo spazio abitativo del tutto efficiente e comodo per la propria quotidianità. Ecco allora alcune regole per non sbagliare.


Per iniziare, scegliete per le pareti il colore bianco, conferisce immediatamente volume e spazio all’ambiente, creando un’atmosfera luminosa e pulita. Se possibile, in fase di progettazione, sfruttate al massimo le altezze, creando per esempio un soppalco, ideale per ricavare una zona notte intima e accogliente. Le porte scorrevoli sono un piccolo segreto per guadagnare molto spazio: avrete la possibilità di inserire un mobile in più o, se non volete avere nuovi mobili, avrete una parete libera che renderà più spaziosa la stanza!

Impiegate ogni spazio “morto” a vostra disposizione. Cassetti contenitori, guardaroba e librerie devono trovare il loro spazio, ma attenzione a non riempire solo le pareti cercando a tutti i costi di lasciare libero lo spazio centrale, è un errore comune che illude di generare maggiore spazio, ma che in realtà soffoca la stanza e ne limita i movimenti!

Anche le pareti a scomparsa potrebbero rappresentare una buona soluzione, per esempio per nascondere l’angolo cucina quando arrivano ospiti in casa! Oppure utilizzare la libreria per dividere gli spazi, anche se non nasconde completamente un’area, la delimitazione degli spazi darà un effetto di maggiore spazio a disposizione, oltre che essere funzionale.

Per quanto riguarda la scelta dei materiali, cercate di privilegiare il vetro, che alleggerisce l’arredamento lasciando tutto più luminoso e arioso. Potete trovare tavoli in vetro anche apribili, di design e glamour con finiture color oro! Non dovete rinunciare al design neanche quando si tratta di dover dare maggiore peso alla funzionalità abitativa... esistono soluzioni in grado di creare il giusto equilibrio e soddisfare al meglio tutte le vostre esigenze!

Le luci in casa faranno la differenza: con la giusta illuminazione riuscirete a far sembrare le casa molto più grande di quanto non sia. In un monolocale l’ideale è usare lampade sospese: se l’illuminazione è molto scarsa aggiungete delle lampade da terra: meglio avere una lampada in più che meno luce! Di giorno infine lasciate che la luce entri direttamente in casa.

I tessuti, come abbiamo visto nell’articolo precedente (leggi anche: I tessuti per arredare: tendenze 2017), sono fondamentali per arredare con gusto anche un monolocale, in cui però vige una regola in più: moderazione! Usate tende leggere e trasparenti che lascino entrare le luce naturale e aggiungete tessuti con molta cautela. Se non potete modificare il colore delle pareti o i mobili sono scuri affidatevi invece proprio ai tessuti per illuminare l’ambiente: in questo caso scegliete tessuti dai colori accessi, chiari e vivaci per rendere il vostro monolocale più colorato e luminoso.

E gli specchi? Hanno un potere magico! Provate ad aggiungere un grande specchio nel punto giusto e vedrete l’effetto! Maggiore luminosità e la sensazione di trovarsi subito in un grande ambiente, oltre che un’atmosfera preziosa ed elegante.

Parliamo in conclusione del bagno... che grande di certo non può essere! Tanto vale concentrarsi sul design. Giocate sul contrasto tra bianco e nero e di arricchite il lavabo con un bello specchio. Utilizzate un arredo a parete, che risulta anche molto semplice da tenere pulito e per la doccia, utilizzate anche una semplice parete in vetro che limita una piccola area del bagno, risulterà sicuramente più elegante di una più classica tenda!

Noi vi proponiamo una soluzione salva spazio molto utile: il letto a cassettone. V&Nice presenta un’idea che permette di farvi godere di tutta la leggerezza, il tono ironico e l’eleganza vivace di un letto dalla base solida, con una testiera che sfuma verso l’ombra, o verso la luce: Pascal.