Se siete affascinanti dai grandi tavoli, quelli che caratterizzano una stanza e permettono di ospitare comodamente amici e parenti, allora Living di Riflessi potrebbe fare al caso vostro.


Quando si parla di tavoli, la prima domanda da porsi quando si deve scegliere il modello adatto è: dove andrà sistemato? Forma della stanza e collocazione del tavolo al suo interno sono le cose di cui tener conto per individuare il modello giusto: se deve essere posto a parete, il rettangolare è da preferire, nell’angolo invece stanno meglio rotondo e quadrato. Per ognuna delle persone che deve ospitare vanno calcolati 40 cm di profondità e 50-60 cm di larghezza e l’ingombro intorno ai 70/80 cm. Infine, per la biancheria da tavola, servizi all’americana e runner si adattano più facilmente a top quadrati e rettangolari.

E le sedie? Un altro argomento spinoso… Il comfort è dato dalla forma della seduta, che deve essere sagomata e possibilmente con fronte curvo e con la parte più alta davanti e appena più bassa dietro. Allo schienale è richiesta una certa elasticità, grazie a una moderata ma efficace oscillazione. Non solo, deve essere lievemente inclinato all’indietro, per non “tagliare” la schiena, deve avere un’altezza superiore a 30 cm. Da considerare infine il rapporto tavolo/sedia: tenendo conto che il piano del primo è a circa 73 cm da terra, per la sedia ne vanno calcolati 45.

Non pensavate fosse tanto complicata la scelta della sedia giusta, vero? Ma torniamo ai tavoli, oggi vi vogliamo parlare specificatamente di quelli grandi, quei tavoli che danno un carattere alla stanza. I tavoli grandi evocano un’atmosfera conviviale, perché con le loro dimensioni rendono possibile invitare ospiti per una cena da gustare comodamente seduti. I piani dei tavoli grandi raggiungono e spesso superano, i due metri di lunghezza. Si tratta di modelli destinati non solo alle famiglie numerose, ma anche a chi ama accogliere spesso amici oppure anche a chi ambisce ad avere una zona pranzo “importante”.

I tavoli grandi – per sortire il migliore effetto possibile – vanno posizionati al centro della stanza e completati con la giusta illuminazione (una o più sospensioni a seconda della lunghezza del piano) o magari con una parete di fondo dall’appeal decorativo, grazie alla presenza per esempio di una carta da parati. Dettaglio di non poca importanza, ovviamente: le sedie. Da coordinare al tavolo ma anche a eventuali altri elementi presenti nell’ambiente. Grazie alle dimensioni, possono poi ovviamente prestarsi anche ad altri utilizzi: i tavoli maxi offrono il vantaggio di poter essere usati non solo per mangiare, ma come piano di lavoro multi funzione su cui organizzare anche in modo estemporaneo una zona studio. Alle dimensioni imponenti si possono accompagnare un design sobrio ed essenziale oppure anche linee scultoree, attualmente affidate perlopiù alle basi, con sostegni a incrocio, in metallo, anche laccato (dall’acciaio all’alluminio passando per il ferro).

Per quanto attiene ai piani, sono realizzati per esempio in legno (soprattutto di rovere) con nodi e imperfezioni che assurgono al ruolo di dettaglio prezioso o con finiture speciali che danno un tocco di raffinata ricercatezza, in cristallo trasparente che rende i tavoli grandi quasi “invisibili” o ancora in marmo dalle venature elegantemente decorative. Bene, se quindi la vostra scelta cade su un grande tavolo, vi proponiamo di dare un’occhiata a Living di Riflessi. Si tratta di un tavolo materico, caratterizzato da due gambe inclinate e sovrapposte fra loro in maniera asimmetrica in acciaio verniciato bianco satinato, grafite, corten o rivestimento in pietra arenaria river grey o arabik. Disponibile fisso o allungabile, di certo caratterizzerà il vostro soggiorno in maniera inconfondibile e tutti i vostri amici e parenti saranno piacevolmente stupiti e si potranno accomodare per vivere insieme a voi indimenticabili pranzi!

Contattateci per maggiori informazioni: info@idwitalia.com