Il bagno contemporaneo è sinonimo di rifugio domestico, luogo privilegiato nel quale dedicarsi alla cura del corpo all’insegna della privacy. Vediamo allora come arredarlo al meglio.


Questa evoluzione è rafforzata dalla crescente varietà di attrezzature disponibili sul mercato, in grado di introdurre in una scala domestica alcune delle più comuni dotazioni presenti nelle spa. Un aspetto di primo piano è rivestito dal colore, la cui presenza permea rivestimenti e sanitari, assegnandogli una rinnovata identità. Inoltre, l’impiego del colore in bagno risulta strategico per correggere, dal punto di vista ottico, planimetrie complesse o sproporzionate, così come errori frequenti dello spazio interno, come una ridotta illuminazione naturale o soffitti troppo alti.

Prima di entrare nell’ambito del design è importantissimo ricordare che va scelto un colore a cui si risponde emozionalmente: può sembrare una buona idea seguire la moda del momento, ma spesso ci si pente dopo un periodo brevissimo. Non dimenticate di verificare inoltre la resa del colore in base alla luce: testatelo con luce naturale diretta e con luce artificiale prima di effettuare la vostra scelta. Valutate quindi il sottotono dei mobili del bagno: dovrà essere lo stesso della nuance scelta per le pareti.

Per il bagno moderno le opzioni sono tantissime e decisamente di tendenza: potete scegliere i toni del verde o del turchese, o tinte più neutre come il tortora o il color carta da zucchero. Evitate assolutamente il bianco se avete scelto i mobiletti del bagno dello stesso colore! Potete invece scegliere il nero, solitamente evitato, per una parete a contrasto (una sola!) su un mobile chiaro: lo metterà ancora più in evidenza, senza risultare pesante.

Per un bagno classico la scelta solitamente è tradizionale e ricade su tinte neutre come il beige e il grigio. Per un tocco più personale scegliete anche in questo caso una parete a contrasto, in un colore come il bordeaux.

Se il bagno è piccolo: la tinta scelta deve aiutare a renderlo più spazioso alla vista. Le opzioni in questo caso sono due: una tinta pastello e rilassante (ad esempio nei toni del blu e del verde, che richiamano l’acqua) per l’intera stanza, oppure il classico bianco, reso più moderno da un’unica parete in un colore acceso. La nuance andrà scelta in totale contrasto con il mobile, in modo tale da farlo risaltare come se fosse un’opera d’arte.

Ma parliamo ora della scelta dell’arredamento.

I sanitari dal design moderno sono molto eleganti. I migliori, per dare subito un tocco chic e moderno, sono quelli senza base e assolutamente total white con rubinetteria in acciaio lucido, opaco o anch’essa bianca. Le forme dovranno essere pulitissime, squadrate oppure arrotondate sui bordi. Da evitare, i modelli con profili decorati e a rilievo. Naturalmente uno dei punti cruciali su come arredare un bagno moderno è la rubinetteria. Noi vi consigliamo di dare un’occhiata a quattro dei nostri brand partner:

Bongio 
Acquaelite 
La Torre 
Gessi

Arriviamo all’arredo.

Linee pulite, dunque, anche per i mobili, come scaffali, cassettiere e mensole. Giocate sui contrasti se vi piacciono i colori o puntate, sempre e comunque, sul bianco candido laccato. Gli specchi moderni per il bagno non possono assolutamente mancare! Che siano di design, con rifiniture in acciaio, o assolutamente nude. Altro elemento fondamentale sono le sedie o sedute; se il design è particolare, vedrete che questo elemento si rivelerà, oltre che bellissimo, anche molto utile.

Noi oggi vi consigliamo Giunone di Edonè, essenziale e dinamica, la struttura degli arredi è realizzata con pannelli in conglomerato ecologico di legno idrorepellente, completamente atossico e verniciato con prodotti a base d’acqua.

E ancora, l’illuminazione: lasciate perdere i vecchi faretti e preferite un lampadario moderno bagno dalla linea tonda e ricco di luce, proprio come quelli solitamente pensati per il soggiorno.

Guardate Sky-Fall di Studio Italia Design, la forma ricorda i decanter dei vini pregiati in prezioso vetro soffiato che si fondono con il progresso, unendo così la maestria nell’arte del vetro con le nuovissime tecnologie led. Sospensione che non solo incanta di ricordi ma che emoziona, singolarmente o in composizioni multiple.

Oppure Striplinled di Vesoi, se desiderate creare un ambiente moderno. Ideale per illuminare lo specchio e per garantirvi un’ottima visibilità nel momento in cui dovete prepararvi per uscire.

Gli accessori non devono mancare. E Cipì offre molte idee per organizzare con stile ed eleganza gli oggetti del bagno, senza perdere di vista la funzionalità e la praticità degli oggetti. Ottone e alluminio, forme dai sapori Coloniali si sposano con collezioni cromatissime dalle linee minimali. Sgabelli e specchi si uniscono a porta asciugamani, mensole e complementi per dare vita ad un concerto per “Bagno da Opera”.

Infine, posizionate una pianta da bagno, alta e rigogliosa, in un vaso bianco dal design che ricorda anche quello dei sanitari. Questo è un buon momento per affrontare una ristrutturazione, grazie al bonus casa 2018! Ne avevamo parlato qualche articolo fa, e se ve lo siete persi, vi consigliamo di andare a rileggerlo qui: Bonus casa 2018 e di approfondire qui